Deposito cauzionale

Il deposito cauzionale è spesso fonte di incomprensioni tra autonoleggiatori e clienti: come sempre documentarsi PRIMA di effettuare la prenotazione è buona norma, onde evitare sorprese spiacevoli.

Nel momento in cui noleggiamo un’auto ci viene richiesto di versare un deposito cauzionale: tradizionalmente lo si versa con carta di credito, ma si può versare anche con carta di debito o in contanti (ovviamente presso le compagnie che accettano tali modalità).

A quanto ammonta e a cosa serve il deposito?

L’ammontare del deposito è variabile in base alla tipologia di auto (più salite di categoria, più sarà alta la cauzione) e in base al paese in cui vi trovate. Diciamo che generalmente vi verrà richiesto di lasciare una cifra dai 500 Euro in su. Attenzione perché talvolta le richieste possono essere anche di 1500 / 2000 Euro per cui sinceratevi bene prima di fare la prenotazione se avete un tale plafond a disposizione sulla carta.

Il deposito serve a coprire eventuali danni (ma anche multe, velox, mancanza di benzina, ecc…) che voi potreste provocare durante il noleggio ed è strettamente correlato alla franchigia presente sullo specifico modello che avete noleggiato (l’argomento “franchigia” è trattato qui)

Il deposito cauzionale, come da sua natura, è una somma che l’autonoleggio “blocca” sulla vostra carta, sia essa di credito o di debito, e che viene restituito al termine del noleggio se tutto è andato bene.

Il deposito può abbassarsi notevolmente grazie alla sottoscrizione di apposite assicurazioni (per es. la famosa SCDW) che abbatte la franchigia e di conseguenza la responsabilità di chi noleggia (per maggiori info leggi qui)

Per chi noleggia un’auto senza carta di credito, talvolta può essere richiesto comunque un deposito cauzionale anche sottoscrivendo la SCDW: questo avviene per dare all’autonoleggio un’ulteriore forma di garanzia in assenza della tradizionale carta di credito.

Lo sblocco del deposito è un’altra di quelle questioni che generano spesso incomprensioni: normalmente lo sblocco è immediato da parte della compagnia, mentre la tempistica effettiva che impiega il denaro a tornare nella vostra piena disponibilità può dipendere da vari fattori (tempi bancari, circuito della carta, ecc…): generalmente in 24-48h tutto rientra nella normalità comunque.